Più esempi che consigli

Non basta. Non è certo un cartello piazzato sulla rete di recinzione del campetto, nella parte d'ingresso alla tribunetta a fare cultura sportiva. Nemmeno serve a far riflettere oramai, al massimo può essere un buon soggetto per una foto da postare sui social. Purtroppo direi.  Ricordo che qualche anno fa quando iniziarono a fare capolino... Continue Reading →

Annunci

Dodici anni e un procuratore

Dodici anni con il procuratore? E' possibile? Sì lo è. A Torino come a Roma, Milano, Palermo, Udine, Napoli o Lecce tanto per citare alcune piazze dove ne hai trovati diversi e dalle altre parti la situazione non è di certo differente. La ricerca del piccolo campione negli ultimi anni, è scesa sempre più in... Continue Reading →

Calciosmerciato i minuti hanno un prezzo

  Si salvi chi può. Così non si arriva nemmeno a fine stagione. Tocca trovare un modo per tenere su la baracca in attesa che qualcuno decida di prendersi tutto. I debiti soprattutto. L'impresa è tutt'altro che facile ma nel calcio tutto è possibile e allora c'è ancora la speranza che arrivi un imprenditore (serio... Continue Reading →

Ancora oltre la linea

Non c'è due senza tre. Dopo Oltre la linea e Contrasti ecco il terzo libro per UCGC Onlus. La mia esperienza da agente di calciatori prima, e di dirigente sportivo poi, mi ha portato a conoscere piuttosto bene il calcio cosiddetto - e pure erroneamente – minore, quello giovanile, quello femminile e il mondo dei... Continue Reading →

Genitori, truffe e furbastri

Ti conosco piuttosto bene, ormai riesco a inquadrarti fin da subito. Ansioso, tranquillo, equilibrato, esaltato, posato, feroce, obiettivo, sincero, fazioso, aggressivo, distaccato, garbato, ingombrante, invisibile, cafone, presuntuoso, umile.  Spesso ti critico ma qualche volta so anche difenderti, per esempio non sono uno di quelli che non ti vorrebbe più vedere intorno al terreno di gioco e come presenza pesante... Continue Reading →

Mamme bomber

  Sempre di più e sempre più agguerrite, meno impreparate rispetto agli anni scorsi, restano comunque ansiose anche quando il bimbo pulcino diventa un primavera. Molte il calcio lo subiscono, alcune lo apprezzano, poche lo comprendono. Combattute tra la voglia che il figliolo si dedichi al tennis, al basket o al violino piuttosto che al pallone come... Continue Reading →

Hai mai provato a goderti la partita di tuo figlio?

SIEDITI Hai mai provato a goderti la partita di tuo figlio? Pensaci prima di rispondere. Senza insultare gli avversari (sono esattamente come tuo figlio, perché lo dimentichi?). Senza sfogarti sull'arbitro. Senza l'affanno di volerlo il migliore in campo. Senza il peso della necessità di vederlo vincere. Senza la pretesa di vederlo sempre in campo. Perché... Continue Reading →

Vincoli e svincoli a pagamento

Il vincolo sportivo non è un problema.Il vincolo sportivo è una risorsa. Sì proprio così, una risorsa. Non per il povero tesserato che a un certo punto della sua giovane carriera sportiva si ritrova a essere prigioniero di una società fino al venticinquesimo anno, ma per la società che spesso grazie a questa possibilità riesce... Continue Reading →

Genitori fuori dal campo

Delle avventure a bordocampo, nei campetti dove i piccoli si danno battaglia sul terreno di gioco e i grandi sugli spalti, da queste parti si parla spesso.    Un esempio di follia pallonara l'ho già raccontato, così come qui ho parlato della proposta del Silent Sunday in Inghilterra sui campi di football. Ora tocca invece al calcio svizzero.... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑